La mia agenda dell’abitudine

Pubblicato: 4 maggio 2012 in Riflessioni, Various
Tag:, , , ,

La mia agenda mentale è stracolma di buoni propositi per (il) domani. Ed è ovvio che non mi riferisco ad azioni tipo “buon samaritano”, ma a ben più stupide intenzioni e decisioni che dovrebbero appagare la mia incessante frustrazione.

Non ho però grossa fantasia, non avendo bisogno di fare alcuna dieta o di tagliare i capelli, sono a corto di obiettivi validi. Tant’è vero che comincia a farsi strada l’ipotesi di pensare a qualche proposito cattivo. Ma poi mi rendo conto che quelli sono già figli dell’abitudine e allora nisba.

L’abitudine… volente o nolente, penso che ne siamo tutti schiavi. E non ce ne accorgiamo, perché è un elemento che fa parte della sfera irrazionale della nostra vita. Certe azioni, certi comportamenti, un certo tipo di discorsi ed espressioni e via discorrendo… sono tutte cose che arrivano ad appartenerci spesso senza forzature. E’ per questo che non riesco a fare a meno di leggere la targhetta dell’ascensore…

Sono abitudinario,
leggo la targhetta sopra l’ascensore:
qual e’ la capienza, quanti chili porta,
poi si apre la porta e non lo so gia’ piu’.

Sono abitudinario,
e se mi soffio il naso devo controllare:
quello che ho prodotto, quanti chili pesa
e se c’e’ del pericolo per l’ascensor.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...