Archivio per la categoria ‘Music’

In effetti potrebbe essere un’idea aprire una rubrica con questo titolo, vista la frequenza con la quale ormai utilizzo Shazam, come penso un po’ tutti coloro posseggono uno smartphone…

La pensata nasce soltanto ora (dopo anni di usufrutto) perché questo indispensabile programmino mi ha permesso di fare una fantastica conoscenza musicale, come non mi accadeva da anni: è il caso dei Rival Sons.

Non ne so ancora molto su di loro, sto cercando di raccogliere informazioni per cui mi auguro che chi leggerà perdonerà la mia leggerezza sul tema… ma sta di fatto che sono una rock band losangelina e che la canzone “taggata” si intitola Face of Light. Nel caso specifico, si tratta di una ballad molto melodica, che si lascia ascoltare grazie ai suoi dolcissimi richiami blues e alla sensazione palpabile che la chitarra, se potesse parlare, avrebbe una gran voglia di raccontare la California

La sorpresa vera è che, ad un primo distratto ascolto, anche le altre canzoni mi hanno fatto davvero una grande impressione! Era da tempo che non ascoltavo sonorità così spiccatamente “classic rock”, di quelle che mi riportano un pò agli anni ’70 e alla loro voglia di gridare al mondo il proprio ego e il proprio virtuosismo, alla sfrenata ostentazione di una libertà mai ricercata, al desiderio irrefrenabile di partire, viaggiare, scoprire.. già, magari verso la California…

Le persone sono come le chitarre, e devi usarle perché sennò si scordano…

 

Sull’insolito accaduto che mi vede scrivere di un tema ispiratomi da una canzone RAP riserverò un post più in là. Hey… tu che adesso lo stai andando a cercare su e giù per la pagina del sito, intendevo più in là nel tempo…

In effetti la similitudine della citazione mi ha colpito e non credo sia banale. Il senso del riuscire a rapportarsi con il prossimo non lo è mai. Il punto è che… “bisogna trovare i giusti accordi”, esistono chitarre che sono difficili da suonare per alcuni, altre che sono usate da molti. C’è chi invece ne ha scelta una e l’ha tenuta per tutta la vita..
È tutta questione di volontà e di armonia.

Ma sapeste quanta rabbia mi fanno quelle chitarre che proprio non riesci ad inquadrare, neanche con il manuale aperto e lo spartito de “La Canzone del Sole” davanti agli occhi. Sono anni che prendo lezioni da un venerabile maestro di chitarra, ma certi modelli non sono in grado nemmeno di imbracciarli.

Credo proprio di essere un incapace, non c’è altra ragione. E forse è questo che mi fa incazzare in fondo in fondo…

And I miss you
(Like the deserts miss the rain)
And I miss you
Oh
(Like the deserts miss the rain)

Non c’è una ragione specifica per la quale stamattina pubblico questa canzone. Ovviamente la adoro, ma non basterebbe per meritare questo spazio. Quei semplicissimi versi racchiudono in una metafora una delle esperienze più significative che un uomo possa provare. E la magia della musica che accompagna queste parole, rendono Missing una delle canzoni forse più belle in assoluto.

Oh sia chiaro… anche io, come penso tutti del resto, ho apprezzato la canzone degli Everything But The Girl nella sua versione più famosa, sarebbe a dire quella remixata da Todd Terry e diventata una delle pietre miliari della musica dance di fine anni ’90. Stamane vi lascio e vi dedico la versione originale, la ballad che il duo inglese pubblicò senza ottenere il successo sperato.

Ecco… buona domenica! 🙂